Pedodonzia

In questo Studio viene posta grande attenzione nel trattare i pazienti in età pediatrica approcciandoli in modo particolarmente attento e considerando il loro grado di cooperazione, in modo da ottenere un’efficace collaborazione con gli stessi.

La maggior parte dei bambini non ha paura e quindi uno degli aspetti più importante è proprio quello di evitare che essi diventino timorosi del dentista. L’utilizzo di macchinari innovativi quali il laser e la sedazione cosciente con protossido di azoto permetteranno inoltre di trattare anche i pazienti più piccoli con precedenti esperienze negative ottenendo anche in questo caso una buona collaborazione nella maggioranza dei casi.

Grande importanza viene posta nella prevenzione sia conservativa che ortodontica con correzione di abitudini viziate e stili di vita/alimentazione non corretti. Si eseguono pertanto a scopo di prevenzione trattamenti topici di fluoroprofilassi e sigillature dei solchi sia degli elementi decidui che permanenti. I piccoli pazienti verranno quindi seguiti in modo professionale durante tutto il loro periodo di crescita in modo da prevenire o, quando necessario, correggere in modo appropriato e tempestivo problematiche di tipo conservativo, chirurgico ed ortodontico.

Paura della siringa?

Tranquillo, esiste la soluzione!

WAND – STA SYSTEM

Anestesia dentale computerizzata indolore

THE WAND STA System: anestesia indolore computerizzata

Presso lo Studio Dentistico Porrini è possibile eseguire, tramite apposito macchinario computerizzato di nuovissima generazione, erogazione di anestetico al di sotto della soglia di dolore del paziente. E’ possibile inoltre eseguire, con lo stesso apparecchio, “anestesia del singolo dente” evitando così tutti quegli effetti anestetici indesiderati di altri distretti orali quali: labbra, guance e lingua. Attraverso l’utilizzo di questo innovativo strumento è possibile ridurre al minimo la quantità di anestetico necessario rispetto a tutte le altre tecniche di anestesia odontoiatrica convenzionali.

Per ridurre al minimo lo stess è possibile utilizzare un moderno ed efficiente strumento per la sedazione cosciente inalatoria

La sedazione cosciente inalatoria con ossigeno e protossido d’azoto è una tecnica analgesica sedativa estremamente sicura che trova una delle sua applicazioni ideali nell’ambito odontoiatrico sia su pazienti adulti che in età pediatrica. E’ questa una metodica che da molti anni viene utilizzata con successo per trattare in tutti i campi odontoiatrici anche i pazienti più ansiosi in modo semplice ed efficace. La soddisfazione ed il gradimento dei pazienti trattati con tale tecnica analgesico-sedativa sono talmente importanti che questa metodica viene oggi utilizzata nella maggior parte degli studi odontoiatrici negli Stati Uniti , nel Canada ed anche in Europa negli studi maggiormente all’avanguardia. Questa tecnica non ha inoltre nessuna controindicazione anche nei pazienti che assumono altri farmaci. Il protossido d’azoto è sinergico dei farmaci che hanno gli stessi recettori come le benzodiazepine o gli alogenati. Sono pochissime le controindicazioni all’utilizzo di questa tecnica. Controindicazioni assolute quali: pazienti con ricostruzione chirurgica del timpano, pazienti oftalmici che hanno subito interventi di vitrectomia. Controindicazioni relative quali: donne in stato di gravidanza nei primi tre mesi e nell’ultimo trimestre, broncopolmoniti acute, sclerosi multipla, pazienti psicotici in cura con psicofarmaci, tossicodipendenti.

Nei pazienti cardiopatici l’uso della sedazione rappresenta uno dei mezzi più efficaci per minimizzare il rischio di complicanze durante le sedute odontoiatriche. L’utilizzo della sedazione cosciente riducendo l’ansia, il dolore acuto ed innalzando la soglia del dolore, apporta una concentrazione di ossigeno molto superiore a quella presente nell’aria, compensando la carenza di ossigeno che può esitare in scompenso, ischemia ed aritmie.

Anche i pazienti epilettici ed ipertesi possono per gli stessi motivi descritti essere efficacemente trattati con questa tecnica sedativa. Inoltre non si conosce nessun caso di allergia al protossido d’azoto con ossigeno il che rende questa metodica sicura e priva di rischi allergologici.