Odontoiatria Conservativa

Presso il nostro studio potrete beneficiare di trattamenti di odontoiatria conservativa con l’utilizzo delle più moderne e sofisticate apparecchiature quali ad esempio Laser e strumenti Piezoelettrici oltre a materiali di ultimissima generazione in grado di soddisfare ogni esigenza sia funzionale che estetica. In particolare vengono sempre utilizzati per i restauri estetici adesivi di ultimissima generazione con nanoparticelle di silice i quali consentono una forte e duratura adesione tra i tessuti duri dentali ed il restauro sia esso diretto che indiretto. I valori di adesione ottenuti tra restauro conservativo e tessuti dentali (smalto e dentina) sono costanti e sempre maggiori di 30 MPa.

I compositi utilizzati per i restauri conservativi rispecchiano le più moderne tecnologie produttive che permettono di ottenere un’elevata resistenza ed elasticità oltre ad un’eccezionale lucidabilità. Si utilizzano quindi diverse tipologie di compositi che permettono di coprire ogni esigenza restaurativa sia con tecnica diretta che indiretta ottimizzando funzione, estetica, resistenza, biocompatibilità e rispetto anatomico. La scelta del composito più adatto tiene sempre in considerazione il fatto che il dente naturale ha una caratterizzazione cromatica complessa determinata oltre che dalla forma e dalla tessitura superficiale, dalla sovrapposizione di differenti strutture con diverse traslucenze ed opacità che devono essere copiate per restituire la corretta percezione di naturalità ed estetica. Inoltre questi materiali permettono di ottenere, nell’applicazione clinica, i massimi risultati di resistenza ai carichi masticatori, all’abrasione (simili a quelli del dente naturale) ed il mantenimento del colore nel tempo grazie ai bassissimi coefficienti di assorbimento di liquidi nel cavo orale, garantendo così durata ed estetica dei restauri.

Anche i punti di contatto ricostruiti con questi moderni compositi verranno mantenuti a lungo e con precisione evitando infiltrazioni marginali e movimenti dentali indesiderati. In casi particolari si potranno utilizzare anche compositi “Bio” ad altissima valenza estetica e con azione rigenerante sui tessuti dentali. Questi compositi “Bio” grazie al loro contenuto di fluorapatite consentono una ricarica di fluoro attraverso l’assunzione di cibi o l’utilizzo di dentifrici o collutori che lo contengono, permettendo la ricostituzione del rinforzo delle strutture naturali contigue al restauro eseguito. Ovviamente tutte le procedure per la fotopolimerizzazione di questi innovativi materiali vengono effettuate attraverso l’utilizzo delle più moderne lampade fotopolimerizzatrici ad ampia gamma di lunghezza d’onda e con potenza luminosa massima di 2.000 mW/cm2 al fine di ottenere una corretta, omogenea e profonda polimerizzazione di tutti i restauri, nel rispetto anche dei tessuti dentali irradiati. Per ricostruzione di monconi protesici si potranno utilizzare innovativi compositi, anche in abbinamento a perni endocanalari, caricati con fibre vetro-ceramiche che permettono di raggiungere valori di resistenza alla frattura fino a sei volte superiori rispetto ai compositi tradizionali presenti sul mercato. Tutte le ricostruzioni complesse su denti devitalizzati verranno supportate ove necessario funzionalmente da perni in fibra di vetro od in fibra di carbonio a seconda delle specifiche esigenze del caso.